Voglio partire da una osservazione di C. Rogers (psicologo statunitense, fondatore della terapia non direttiva), che durante una gita nella costa frastagliata della California racconta:

 C’erano alcuni grandi scogli battuti da potenti onde del Pacifico che si frantumavano in montagne di spruzzi prima di raggiungere la costa. Sopra ad esse vi erano delle minuscole palme alte non più di un metro. Si trattava di alghe con un tronco sottile che terminava con un ciuffo di foglie.

Guardandole ci si aspettava che da un momento all’altro quella fragile pianta sarebbe stata completamente schiantata dall’onda successiva. Eppure quando il flutto passava era ancora lì dritta, tenace, e resistente.

Ora dopo ora, giorno e notte, settimana dopo settimana, continuavano ad alimentarsi, ad estendere il proprio dominio, a riprodursi, in breve…  a crescere. In questa piccola alga c’era la tenacia e il progredire della vita, la capacità di farsi strada in un ambiente incredibilmente ostile e non solo di sopravvivere ma di adattarsi, svilupparsi e diventare sé stessa.

Ciò che “motiva” queste alghe è una forza interna che l’autore chiama: tendenza attualizzante

Questa forza è presente in tutti gli organismi viventi e li dirige verso la conservazione, l’accrescimento, la riproduzione, a prescindere che l’ambiente sia o meno favorevole. È un’energia che ci spinge verso l’autorealizzazione.

Tutti gli organismi viventi sono programmati per orientarsi verso soddisfazioni complesse che portano allo sviluppo dell’autostima. Noi non siamo fatti solo per la conservazione, ma veniamo spinti verso l’accrescimento.

Per crescere sappiamo che dobbiamo passare attraverso periodi di crisi. Lo viviamo nei naturali passaggi fisiologici della nostra esistenza: la crisi adolescenziale che ci proietta verso l’età adulta, la fase dell’andro/menopausa che ci lancia verso la senilità… Abbiamo ormai imparato ad abbinare queste cinque lettere al cambiamento.

CRISI=CAMBIAMENTO=CRESCITA

 È proprio in questo ambito che si colloca il percorso di counseling. È un breve tragitto che aiuta la persona a mettere in atto azioni concrete e positive, per uscire dalle difficoltà e andare verso il proprio scopo ponendo l’attenzione sull’individuo e non sul problema. La soluzione spetta solo al cliente, e non all’operatore. Quest’ultimo lo guida con empatia e rispetto a ritrovare la libertà ed il coraggio di essere sé stesso. Attraverso il dialogo agisce sulle risorse che ognuno di noi ha. Accompagna la persona alla scoperta del vero sé e ad affrontare il problema come uno spunto per riflettere, crescere o cambiare.

Il Counseling è la soluzione giusta per una società in continuo mutamento, altamente competitiva, stressante e tecnologica. Ecco perché oggi se ne sente parlare più di ieri: perché abbiamo sempre più bisogno di essere supportati, ascoltati e abbiamo sempre più urgenza di sviluppare le nostre capacità decisionali ed esaltare le nostre potenzialità, per non essere travolti e risucchiati nel vortice dell’insoddisfazione e nel limbo dell’eterna depressione male dell’attuale nostra società.

Il Counselor offre al suo cliente un luogo per osservare in modo distaccato la propria condizione “conflittuale” guidandolo ad una maggior conoscenza dei propri vissuti emotivi, degli schemi comportamentali e dei pensieri che attiva.

Gli obiettivi principali sono:

  • Favorire uno stato di benessere alla persona.
  • Supportare gli individui nei momenti di cambiamento che possono sconvolgere i ritmi di vita quotidiana.
  • Sostenere i processi di scelta insiti nel periodo di cambiamento.
  • Promozione dello sviluppo della persona aumentando l’autostima.
  • Riorganizzazione delle risorse interiori presenti nell’essere umano.

Attraverso l’esplorazione interiore la persona trova le risposte celate dentro di sé, che gli permetteranno di cambiare e prendere la propria direzione.

Se anche tu vuoi conoscere te stesso, vuoi scoprire quali sono le tue potenzialità, vuoi essere consapevole delle tue capacità di scelta o vuoi comprendere meglio i tuoi schemi, i tuoi pensieri le tue emozioni, non esitare a contattarmi. Prevenire è sempre meglio di curare.